ANDREA VITALI

Andrea Vitali è nato il 2 marzo 1952 a Faenza.

Si è laureato in Lettere all'Università di Bologna conseguendo successivamente il Diploma di Perfezionamento Post-Universitario in Musicologia. Nel mentre ha frequentato la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica all'Archivio di Stato di Bologna.

Dopo vari anni di insegnamento e direzione di una biblioteca comunale, si è dedicato allo studio del simbolismo e dell'iconologia del Medioevo e del Rinascimento, con particolare attenzione alle feste religiose e profane e alla struttura dei cortei trionfali, argomenti oggetto delle sue tesi di laurea.

Mentre frequentava il Corso di Musicologia presso l' I.M.E.T (Istituto di Studi Musicali e Teatrali) diretto dal prof. Giuseppe Vecchi, assieme ad altri studenti fondò il Consortium Terrae Plebis, uno dei primi gruppi apparsi in Italia ad occuparsi di musica medievale e rinascimentale, cantando nel ruolo di controtenore. Con questa formazione si è esibito in numerosi concerti dagli anni 1973 al 1990. Nel 1988 ha ricoperto il ruolo della voce bianca nel capriccio barocco Il Teatro alla Moda di Benedetto Marcello allestito presso il Gran Teatro La Fenice di Venezia. Ha inoltre cantato al Deutsche Theater di Monaco di Baviera, al Palais Royal di Parigi, a Salonicco in occasione del Carnevale e in altre numerose città europee.

La sua voce, dotata da una grande limpidezza e potenza, è stata considerata da specialisti dell'interpretazione della musica antica (Luisa Baldassarri, Marco Ferrari, Marco Ambrosini, Maurizia Barazzoni e da tanti altri) una delle più belle voci di controtenore allora esistenti. Purtroppo tale tipologia di canto, non essendo utilizzato negli anni '80 come lo divenne in seguito, gli impedì di dedicarsi completamente all'attività di concertista.

Nel 1980 iniziò ad occuparsi dell'ideazione e della direzione artistica di eventi culturali e in quell'anno ideò le Feste Medievali di Brisighella, prima rassegna di teatro, musica e danza del Medioevo, di cui è stato direttore artistico fino al 2004 e per la cui ideazione e la brillante conduzione ricevette nel 1992 la Targa del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna e nel 2004 quella del Ministero per il Turismo. Con le Feste di Brisighella, Andrea Vitali creò un evento sul medioevo che in breve tempo fu imitato in tutta Italia e nel resto del mondo.

Le sue invenzioni artistiche e spettacolari sono state oggetto di diverse tesi di laurea:
Il Medioevo nell'immaginario contemporaneo. Il caso delle Feste Medievali. Anno accademico 2000 - 2001, Università di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Lettere Moderne (Relatore: Prof. Massimo Montanari)
Spettacoli Medievali: Sacro e Profano. Anno accademico 2001 - 2002, Accademia di Belle Arti di Catania, Cattedra di Scenografia (Relatore: Prof. Mario Romano)
I Linguaggi dell'Accademia dei Remoti di Faenza. Anno accademico 2001 - 2002, Università di Trieste, Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea in Scienza della Comunicazione (Relatore: Prof. Tiziana Piras)
Le Feste Medioevali di Offagna. Anno accademico 2003 - 2004, Università di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo. Indirizzo Storia dello Spettacolo (Relatore: prof. Marco De Marinis).

Oltre a manifestazioni di carattere storico Andrea Vitali ha diretto festival di danza, teatrali e musicali ospitando celebri nomi del teatro italiano, fra cui Giorgio Albertazzi, Beppe Barra, Riccardo Cucciolla, Duilio Del Prete, Arnoldo Foà, Andrea Giordana, Renzo Montagnani, Ivana Monti, Paolo Poli, Flavio Bucci, Valeria Moriconi, Chiara Muti, Lina Sastri, Massimo Rinaldi, Piera degli Esposti, Ugo Pagliai, Paola Quattrini, Sandro Lombardi, David Riondino, Ivano Marescotti ; compagnie di danza e famosi solisti: Arsis Ballet de Cambra de Barcellona, Ensemble Micha van Hoecke, Roberto Bolle, Luciana Savignano, Raffaele Paganini, Toni Candeloro, Margherita Parrilla, Lorena Baricalla. Cantanti: Maria Carta, Fausta Vetere, Ambrogio Sparagna e i più prestigiosi complessi di musica antica e barocca: Unicorn, Oni Wytars, Clemencic Consort, La Maurache, Les Nations,The Early Music Consort of London, New London Consort, La Rossignol, La Camerata de Paris, etc

Nel frattempo il suo interesse verso il mondo del simbolismo lo portò a fondare nel 1984 l'Associazione Culturale "Le Tarot" (www.letarot.it), organismo specializzato nello studio e nella ricerca storica sulle discipline simboliche ed ermetiche, composto da eminenti personalità del mondo accademico e culturale internazionale, fra cui Franco Cardini, Cecilia Gatto Trocchi, Rolando Dondarini, Daniele Seragnoli, etc. In veste di presidente dell'Associazione Culturale "Le Tarot", Andrea Vitali ha curato numerose esposizioni di carattere storico, fra cui le più importanti mostre italiane sull'universo simbolico dei tarocchi (Museo di Castel Sant'Angelo, Roma - Museo Civico Archeologico, Bologna - Castello Estense, Ferrara, etc).

Riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale fra le massime autorità per quanto attiene l'iconografia dei tarocchi storici, ha scritto diversi saggi iconologici tradotti in sei lingue, ritenuti fondamentali per la loro comprensione simbolico-allegorica. Così ha scritto di lui Alain-Jacques Bougearel nella sua opera Origines et Histoire du Tarot (Ed. Envol, Toulouse, 1997): "A ma connaissance, Andrea Vitali est, de tous les tarologues contemporains, le medieviste le plus pertinent" (pagina 21).

In quest'ambito suoi saggi e contributi scientifici sono stati pubblicati dalla Nuova Alfa Editoriale, Electa, Edizioni Le Tarot, Il Meneghello, Edizioni Martina-Bologna.

Numerose sono state le sue apparizioni in qualità di ospite in servizi realizzati da reti televisive, fra cui:
Pronto è la Rai ? condotta da Giampiero Magalli, Rai Uno (1988)
Dove sono i Pirenei, condotta da Rosanna Cancellieri, Rai Tre (1994)
Maurizio Costanzo Show, Canale 5 (1988,1995)
Cronaca in Diretta, condotta da Alessandro Cecchi Paone, Rai Due (1995)
Società e Costume, Rai Due (1995)
Uno Mattina, condotta da Puccio Corona, Rai Uno ( 1996)
Speciale TG1 (1997)
Borders - Italia Uno (2008)
Libri in Onda - Rai International (2008)

Sue interviste sono apparse su quotidiani, settimanali e riviste specializzate di grande prestigio in Italia e all'Estero: Panorama, Europeo, Gioia, Famiglia Cristiana, Oggi, Grand Hotel, Capital, Historia, Il Piacere, Zoom, Ciga Hotel Magazine, Italy Italy, Illustrazione Italiana, La Repubblica, Il Resto del Carlino, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Corriere della Sera, Il Messaggero, Haagsche Courant, Suddeutsche Zeitung, etc.

A lui si deve la prefazione al volume Einführung in die mittelalterliche Musik di Daniela Herzog e Marco Ambrosini edito dalla casa editrice tedesca Verlag der Spielleute, 1992 e la consulenza storica-interpretativa per due incisioni discografiche eseguite dall'Ensemble Oni Wytars: Canto Novello. Laudi Italiane del tardo medioevo (Raum Klang, RK 2809, 2009) e From Bysantium to Andalusia. Medieval Music and Poetry (Naxos, 8.557637, 2006).

Per conoscere il profilo di Andrea Vitali in qualità di storico del simbolismo, i suoi studi e le sue pubblicazioni, si veda il sito dell'Associazione Culturale "Le Tarot" al link
http://www.letarot.it/page.aspx?id=9&lng=ITA