IMPOSTAZIONE DESCRITTIVA DELLA COLLEZIONE

 

  

 

DESCRIZIONE DEI SUPPORTI

 

Titolo dell’opera (come descritta in copertina)

Ensemble orchestrale   Direttore

CASA DISCOGRAFICA  NUMERO DI CATALOGO  (Anno di registrazione-Anno di produzione).

Esempio

Musiques au temps de Rabelais

Ensemble Jacques Moderne   Joël Suhubiette

CALLIOPE   CAL 9293   (1994-1996)

 

TITOLI CON SOTTOTITOLI

 

Nei casi in cui, oltre al titolo, appaia in copertina anche un sottotitolo, quest’ultimo segue il titolo identificato fra virgolette.

“Titolo” Sottotitolo

Esempio

“Mary’s Music” Songs and Dances from the time of Mary Queen of Scots

 

AUTORI E TITOLI

 

Per i supporti dedicati ad uno specifico autore, quest’ultimo è stato indicato per primo seguito dai dati anagrafici inseriti fra parentesi a cui segue il titolo del CD fra virgolette ed eventualmente, se presente, il sottotitolo.

Esempio

Antoine de Bertrand (ca.1540-ca.1581) “Amours de Ronsard”

Ensemble Clément Janequin   Dominique Visse

HARMONIA MUNDI   HMA  1901147   (1984-1985)

 

Se il supporto riporta nella copertina diverse opere di un medesimo autore queste sono fra loro separate da / (barra), seguite dal sottotitolo se presente.

Esempio

Leone Leoni (1560-1627) “Missa ab Austro veniet / Mottetti”. Splendori del barocco veneziano

La Stagione Armonica   Sergio Balestracci

AMADEUS   AM 193/1-2   (2005)

 

Per i supporti contenenti opere di diversi autori, si è provveduto come segue:

Nome dell’Autore (dati anagrafici) “Titolo dell’Opera” / Nome dell’Autore (dati anagrafici) “Titolo dell’Opera” / etc

Esempio

Antonio Vivaldi (1678-1741) “Amor, hai vinto” / Alessandro Striggio (1535-1592) “Il cicalamento delle donne al bucato”

 

NOMI DI DIVERSI AUTORI RIPORTATI IN COPERTINA

 

Nei  casi in cui venga riportati in copertina un elenco di autori:

“Titolo”. Nome di autori, separati ciascuno dal simbolo / (barra)

Esempio

“Musica della Cappella Sistina”. Allegri / Josquin / Morales / Palestrina

 

SOLISTI

 

Nei casi in cui i nomi dei solisti (cantanti o strumentisti) siano enunciati nella copertina del supporto, questi sono stati posti prima del nome della formazione orchestrale, separati fra loro da / (barra). Laddove i nomi dei solisti non appaiono in copertina, a volte sono stati indicati con i termini: Soli o Solisti, Solisten, Soloists, Solistes, a seconda della nazionalità della casa discografica. È importante sottolineare che i nomi dei solisti non sempre sono riportati in copertina anche se, ovviamente, sono sempre presenti laddove si tratta di musiche vocali o di musiche strumentali dedicate ad uno specifico strumento accompagnato oppure no da orchestra.

Esempi

- Glenda Simpson / Paul Elliot / Andrew King / The London Early Music Group   James Tyler

- Solisten / Monteverdi Chor Hamburg / Camerata Accademica Hamburg   Jürgen Jürgens

 

Nei casi in cui un’incisione contempli più ensemble musicali, i nomi dei solisti sono stati inseriti

prima della formazione strumentale con la quale si esibiscono.

Esempio

Aurèle Nicolet / Netherlands Chamber Orchestra  David Zinman / Heinz Holliger / Ursula Holliger / English Chamber Orchestra  Raymond Leppard

 

LE FORMAZIONI ORCHESTRALI

 

Nei casi di più complessi orchestrali, i loro nomi sono separati da / (barra) seguiti dal nome in corsivo del direttore.

Esempio

Le Solistes du Marais / Le Choeur du Marais / La Symphonie du Marais   Hugo Reyne

 

Qualora il nome di un ensemble strumentale o vocale sia seguito da nomi inseriti fra parentesi, tali nomi si riferiscono ai componenti dell’ensemble indicato, a cui fa seguito il nome del direttore in corsivo. 

Esempio

The Early Music Consort of London (Oliver Brookes / Eleanor Sloan / Nigel North / James Tyler / Gillian Reid / Christopher Hogwood / David Corkhill / Michael Laird / Iaan Wilson / Alan Lumsden / David Munrow )   David Munrow

 

I DIRETTORI

 

I nomi dei direttori sono stati riportati in corsivo dopo quello della formazione orchestrale o vocale. Nei casi di più direttori (direttore del coro, direttore o più direttori orchestrali) i loro nomi appaiono sempre in corsivo dopo la formazione da loro diretta. Se un’esecuzione prevede più direttori, i loro nomi sono separati da / (barra) o accumunati dai simboli & o

Esempi

- Taverner Consort   Andrew Parrot

- Niederaltaicher Scholaren   Konrad Ruhland

- Stockholmer Kammerchor   Eric Erison / Linde Consort   Hans Martin Linde

- Kithara   Christopher Wilson & Shirley Rumsey

 

LE CASE DISCOGRAFICHE

 

I nomi delle case discografiche sono riportate in maiuscolo, seguite dalla sigla (ove presente) e dal numero di catalogo.

Esempio

CALLIOPE   CAL 9293   (1994-1996)

 

CD SINGOLI E COFANETTI

 

Dopo il numero di catalogo, laddove non indicato, trattasi di un singolo CD.

Esempio di CD singolo

EMI   CDC 7 47628 2   (1987)

 

In caso di cofanetti con più CD, dopo il numero di catalogo segue in grassetto il numero dei CD che compongono il cofanetto.

Esempio di cofanetto con indicazione del numero dei CD

ARCHIV PRODUKTION   00289 477 5415   2CD   (2003-2005)

 

I singoli CD e i Cofanetti sono sempre corredati da libretti illustrativi di svariate pagine, mentre  è comune che Drammi, Feste, Rappresentazioni, Opere, etc siano accompagnate dall’intera stesura dei testi che in molti documenti supera le 100 pagine.

Poiché ciò è dato per scontato, la presenza di un libretto accluso è stato segnalato solo per alcuni documenti caratterizzati da specifiche prerogative. 

Esempio

ALIA VOX   AVSA 98569A+B   2CD   with an 294 pages book   (2006,2007-2008)

 

ANNO DI INCISIONE - ANNO DI PRODUZIONE

 

Gli anni di registrazione e di produzione sono inseriti fra parentesi, separati fra loro da - (linea), dopo il numero di catalogo se trattasi di singolo CD.

Esempio

ALPHA   076   (2004-2005)

Oppure dopo il numero dei CD se trattasi di cofanetto.

Esempio

EMI REFLEXE   CMS 7 63431 2    2CD   (1976-1991)

 

Se viene indicato solo un anno significa che il periodo di registrazione coincide con quello della produzione.

Esempio

HUNGAROTON   HCD 31273   (1990)

 

In caso di più anni di registrazione, si è posto una virgola fra un anno e l’altro, mentre l’anno di produzione è sempre separato da questi ultima da - (linea).

Esempio

TELDEC   4509-93669-2   (1967,1972-1995)

 

Se gli anni a cui le registrazioni si riferiscono sono numerosi, si è evidenziato come segue:

Esempio

DECCA   452 059-2   (dal 1964 al 1992-1996)

 

Laddove non sia stato riportato l’anno di registrazione o di produzione o ambedue significa che questi non appaiono descritti nel supporto. Quando nel supporto è menzionato l’anno di registrazione e non di produzione o viceversa, per l’anno mancante è stato inserito il simbolo ? (punto interrogativo).

Esempio

RICERCAR   RIC 157142   (1995-?)

 

A volte, è stata riportata un’indicazione di massima riferita ad un decennio individuato, come (Anni ’80) oppure un anno approssimativo (1975 or prior).

Esempio

- L’OISEAU LYRE   SOL 310   (1968 or prior-1969)

- NONESUCH RECORDS   H-71036   (Anni ’60)

 

ALTRO

 

I supporti appartenenti a specifiche collezioni sono stati evidenziati da uno scritto in grassetto fra parentesi. Lo stesso dicasi per l’identificazione del numero del volume.

Esempi

- “Il Canzoniere” La poesia di Francesco Petrarca nel Seicento (L’Heritage de Monteverdi)

-   Double Oboe Concertos / String Concertos (Vol. 2)

 

Per diversi titoli si è provveduto a descrivere a volte anche i brani incisi, anche se non presenti in copertina.

  

ELENCAZIONE DEI SUPPORTI PER PERIODI STORICI O ARGOMENTI

 

I titoli sono stati elencati in base ai periodi storici musicali e per argomenti come descritti a pag. II.

I titoli, all’interno di ciascuna Sotto Sezione, sono stati suddivisi per

Antologie

Argomenti

Autori

 

Fanno parte delle Antologie i supporti composti da musiche di carattere generale o da un minimo di tre autori.

Esempi

La Scuola Piemontese nel XVIII Secolo

Enrico Gatti /Antonio Mosca / Giorgio Tabacco

SYMPHONIA   SY 92S13   (1992)

 

“Concerto Veneziano”. Antonio Vivaldi / Pietro Antonio Locatelli / Giuseppe Tartini

Giuliano Carmignola / Venice Baroque Orchestra   Andrea Marcon

ARCHIV PRODUKTION   00289 474 5172   (2004-2005)

 

Diversi sono gli Argomenti presenti all’interno delle diverse Sotto Sezioni. A titolo di esempio, ne citiamo alcuni riguardanti il Medioevo: Laudi, Sacre Rappresentazioni, La Vergine e la Donna, Trovatori & Trovieri, etc.

 

Riguardo i singoli Autori (Autori Vari), questi sono stati divisi per nazionalità o inseriti all’interno di specifici argomenti. Agli autori con un solo titolo, elencati  per anno di nascita progressivo, seguono i supporti che includono opere di due autori di cui si è riportato anche i dati anagrafici. I titoli sono stati inseriti dopo i nomi degli autori.

Esempi

Johann Georg Pisendel (1687-1755) “Dresden Concertos”

Petra Müllejans / Freiburger Barockorchester   Gottfried von der Goltz

CARUS   83.301   (1998-1999)

 

Dietrich Buxtehude (1637-1707) “Membra Jesu Nostri” / Heinrich Schütz (1585-1672) “O bone Jesu, fili Mariae”

The Monteverdi Choir / The English Baroque Soloists / Fretwork   John Eliot Gardiner

ARCHIV PRODUKTION   427 660-2   (1988-1990)

 

Sempre all’interno degli Autori Vari, dopo quelli con un solo titolo, fanno seguito gli autori con due o più titoli, anch’essi elencati in base all’anno di nascita. In questo caso il nome dell’autore e i dati biografici sono indicati in grassetto maiuscolo solo una volta, senza la ripetizione del nome per i singoli titoli di competenza.

Esempio

 

JEAN-JOSEPH MOURET (1682-1738)

 

Divertissements pour les comédies de Marivaux

La Compagnie Baroque   Michel Verschaeve

ASSAI   222043   (1999)

 

Les Amours de Ragonde

Verschaeve / Fouchécourt / Marin-Degor / Rime / Ragon / Bindi / Serre / Les Musiciens du Louvre   Marc Minkowski

ERATO MUSIFRANCE   2292-45823-2   (1991-1992)

 

Nell’eventualità un supporto sia composto di musiche di due o più autori, di cui la maggior parte appartenenti ad uno di questi, il supporto potrà trovarsi sotto il nome dell’autore a cui è stato dedicato un maggiore spazio nell’incisione.

 

INDICI DELLE SOTTOSEZIONI

 

Gli indici delle Sottosezioni elencano il percorso musicale di un’epoca (esempio il “Medioevo”) diviso per secoli, territori, argomenti ed autori, ad eccezione delle Sottosezioni impostate sui nomi degli artisti come nelle “Altre Musiche per gli Evirati Cantori”. Riguardo gli autori, gli indici riportano coloro a cui sono dedicati due o più titoli mentre gli autori con un solo titolo sono elencati all’interno della dicitura “Autori Vari” di competenza.

 

Altre informazioni si trovano nella pagine in formato Pdf.